“Blasfemo!” 14 anni di false accuse e di violenze impunite

“Blasfemo!” 14 anni di false accuse e di violenze impunite 1. Accusati di blasfemia uccisi fuori dal tribunaleLo scorso 19 luglio due giovani pastori protestanti, Rashid Emmanuel e Majid Masih, sono presi a fucilate mentre escono dal tribunale di Faisa­labad in catene. L’uomo che spara, uccidendo loro e ferendo la guardia che li accompagna, è ancora senza nome. I due … Continua a leggere

Baldassarre il “mago” d’Africa

EPIFANIA Una vecchia tradizione, ancora viva in molti paesi tra Mitteleuropa e Balcani ma non ignota nemmeno nel Settentrione italiano, vuole che le tre lettere CMB, dipinte o scolpite sulle porte o sulle pareti domestiche, proteggano gli abitanti della casa e portino loro fortuna. Si tratta delle iniziali dei nomi dei “tre re magi”: Caspare (o Gaspare), Melchiorre, Baldassarre. Oggi … Continua a leggere

Riscattare il Tempo natalizio da rivestimento moralistico e sentimental

L’UDIENZA DEL MERCOLEDI’ (5 gennaio 2011) Cari fratelli e sorelle! Sono lieto di accogliervi in questa prima Udienza generale del nuovo anno e di tutto cuore porgo a voi e alle vostre famiglie fervidi auguri. Il Signore del tempo e della storia guidi i nostri passi sulla via del bene e conceda a ciascuno abbondanza di grazia e prosperità. Ancora … Continua a leggere

Chiese la grazia per Asia Bibi: ucciso

In Pakistan, il governatore del Punjab Salman Taseer è stato ucciso da una guardia del corpo. S’era battuto a favore della donna cristiana condannata a morte per blasfemia. Comincia macchiato di sangue. In Pakistan il 2011 esordisce con un omicidio politico: Salman Taseer, governatore del Punjab, è stato ucciso martedì 4 gennaio da una delle sue guardie del corpo, nella … Continua a leggere

La fiction inglese che offende il Natale dei cristiani

Nel weekend precedente al Natale, la BBC aveva mandato in onda uno sceneggiato sulla natività. Nulla di strano, direte voi. Tuttavia, la stranezza risiede nell’insultante caricatura delle figure di San Giuseppe e della Santa Madre di Dio. È stato per renderle più realistiche e contemporanee, si sono giustificati i produttori e i commentatori sui quotidiani inglesi del 20 dicembre scorso, … Continua a leggere

UNIONE EUROPEA: un diario senza il Natale

L’Unione Europea distribuisce nel Regno Unito 330.000 diari scolastici destinati a promuovere l’universo a dodici stelle nelle aule del Paese più «euroscettico» (“La Stampa”, 20 novembre 2010), ma l’operazione si rivela un boomerang perché nel compilare il lunario un redattore ha inserito le principali ricorrenze religiose dimenticando il S. Natale! Nell’eurodiario sono indicati i giorni sacri a hindu, sikh, ebrei … Continua a leggere

La libertà, il bene e il male

La libertà, il bene e il male Siamo chiamati a scegliere da che parte stare Quanto grande sia la libertà data all’uomo lo si può vedere anche dal male che compie. Quest’anno tormentato che ci sta lasciando ha visto fiorire di nuovo il martirio in tante parti del mondo, anzitutto in India dove i cristiani sono stati uccisi, violentati, perseguitati, … Continua a leggere

Il Papa e l’Islam

Papa Ratzinger, da sempre promotore del dialogo e solidale con l’islam ferito «Perché il Papa non ha chiesto la protezione dei musulmani quando venivano massacrati in Iraq?». La domanda retorica di al Tayeb, Grande Imam dell’Università di al-Azhar, tocca un tasto decisamente sbagliato. Perché è stato sempre – e spesso unicamente – dal Vaticano che la voce del Pontefice s’è … Continua a leggere

194, due pesi e due misure

Il Tar «condanna» la Lombardia 194, due pesi e due misure Brutto segnale, se a decidere sulle questioni eticamente sensibili – quelle della vita e della morte – sono i tribunali. Vuol dire che c’è un grave conflitto in corso, e che la politica deve intervenire con urgenza: solo chi rappresenta la volontà popolare infatti è legittimato a stabilire le … Continua a leggere

Mai abusare del nome di Dio

Il fronte rovesciato La strage di Alessandria d’Egitto gonfia il fiume di sangue alimentato dall’odio contro i cristiani nell’anno appena trascorso. Segnando l’inizio del 2011 con lo stesso, implacabile cinismo di un tiro al bersaglio condotto sotto gli occhi distratti e indifferenti dei grandi del mondo. Colpi veri, confusi coi milioni di falsi che nelle stesse ore salutavano l’arrivo del … Continua a leggere